• Abitanti: 0
  • Superficie: 15 km²
  • Aeroporto: no
  • Trasporti pubblici: no
  • Noleggio auto e moto: no
  • Campeggi: no

Keros (in greco καιρός) fa parte del piccolo arcipelago chiamato “Piccole Cicladi” che si trova a sud-est di Naxos ad un miglio e mezzo marino di distanza da Koufonissi. La si può raggiungere solo via mare con imbarcazioni private.

Ha una superficie di 15 km² e nessun abitante.

L'isola è montuosa, rocciosa (marmo bianco) ed arida. La sua cima più elevata misura 482 metri. Osservando il profilo dell'isola da Koufonissi si può osservare che assomigli ad una donna sdraiata. Non ha spiagge ma il suo mare è molto bello: trasparente e colorato.

Keros è praticamente disabitata ma è famosa perché su di essa sono stati ritrovati moltissimi reperti archeologici antichissimi. L'arte cicladica è nata su quest'isola come testimoniato ad esempio dalle famose statuette di due musici, un arpista ed un flautista, rinvenute a Keros, ora esposte al Museo Nazionale di Atene e riprodotte spessissimo come souvenir. L'isola nel passato (2000-3000 a.C.) è stata un importante centro della civiltà cicladica e ad oggi è sotto la protezione dello stato. Si racconta inoltre che Keros possieda una roccia magnetica che emette flussi positivi e quindi il soggiorno sull'isola dia benefici.

Nonostante nel passato sia stata al centro della civiltà cicladica, ad oggi non esiste alcun villaggio a Keros e nemmeno il porto.

L'isola non ha strade, per visitarla si può passeggiare o accedervi via mare.