Home > Blog > Quale isola scegliere > Noleggio auto, scooter e quad nelle isole greche

Noleggio auto, scooter e quad nelle isole greche

Una vacanza nelle isole greche che si rispetti presuppone l’utilizzo di un mezzo per potersi spostare e visitare più luoghi possibili. Sarebbe un vero peccato non esplorare almeno in parte il territorio: monasteri, paesini, spiagge, taverne, scogliere e bellissimi tramonti ti aspettano. E poi bisogna considerare che spesso sulle isole greche soffia il vento ed aspettare che cessi potrebbe essere lungo; meglio spostarsi sul lato opposto dell’isola o comunque in una caletta riparata. Se l’isola è molto piccola ci si può muovere anche a piedi o in bicicletta, ma se si è pigri o l’isola è medio-grande, molto meglio fornirsi di un mezzo di trasporto (se non ce lo siamo portati da casa ovviamente). In alcune isole esistono anche navette ed autobus, o taxi, che ci conducono alle spiagge o ai luoghi più gettonati ma vuoi mettere con la possibilità di fermarti dove vuoi? E poi gli autobus non sempre hanno passaggi frequenti così come i taxi a volte si fanno attendere.

In generale i gestori dei noleggi, spesso piccoli operatori locali, sono ben disposti verso i turisti e le tariffe non sono esose. Anno dopo anno diventa sempre più facile prenotare il mezzo direttamente on-line in quanto i noleggiatori sono spesso presenti con un loro sito in rete. In alcune isole molto frequentate, soprattutto dai giovani, come Mykonos ad esempio, potrebbero soprattutto in alta stagione scarseggiare i mezzi da noleggiare: la prenotazione on-line diventa quindi consigliabile.

Va da sé che se ti trovi su di un’isoletta è più che sufficiente il noleggio di uno scooter mentre per isole come Creta e Rodi sicuramente ti serve un’automobile. Il tuo modo di trascorrerete le vacanze può inoltre influenzare la scelta. Se ami portarti in spiaggia brandina, ombrellone, ghiacciaia, pallone, pinne e chi più ne ha più ne metta, con lo scooter potresti trovarti in difficoltà. Così come potresti non riuscire ad affrontare in scioltezza alcune salite impegnative presenti sulle isole più montuose. Ma se invece sei tra quelli che vanno sempre alla ricerca delle spiagge più nascoste, allora devi tenere presente che non tutti gli sterrati sono praticabili con una vettura: meglio lo scooter o la moto. Il quad, che è un po’ la via di mezzo tra scooter ed auto, ti consente di portare più bagaglio, di percorrere strade più dissestate ma ti costa anche quasi come un’auto.

Vediamo infine di aggiungere qualche informazione più specifica circa il noleggio di auto, scooter e quad.

Iniziamo con il noleggio auto nelle isole greche. Per poterlo fare occorre ovviamente essere in possesso della patente B, da almeno un anno, ed avere compiuto 21 anni. Le procedure per il noleggio sono quelle valide quasi ovunque: contratto da firmare con indicato il valore della franchigia (se presente), controllo del mezzo per verificare la presenza di graffi o danni alla carrozzeria, informazioni circa il carburante, le eventuali zone dell’isola non percorribili in auto, ecc. Se si raggiunge la propria isola delle vacanze in aereo conviene noleggiare l’auto direttamente in aeroporto in modo da essere immediatamente indipendenti, magari prenotandola direttamente dall’Italia.

Per quanto riguarda il noleggio degli scooter nelle isole greche basta la patente B per scooter fino a 50cc di cilindrata, la patente A1 per scooter fino a 125cc e la patente specifica per motocicli nel caso di cilindrate maggiori (in questo caso si deve essere maggiorenni). Se sei proprio a digiuno di guida di uno scooter considera che quasi sicuramente ci sarà qualche tratto di sterrato da percorrere quindi, in attesa di prendere maggiore confidenza col mezzo, vai piano. Cadere sui sassi in costume da bagno può non essere un’esperienza felice. Il casco è obbligatorio e viene sempre fornito in fase di noleggio: usalo, anche se fa caldo!

Per il noleggio di quad nelle isole greche, invece, basta la patente B. Se non l’hai mai guidato sappi che è un po’ diverso dallo scooter, per via delle quattro ruote, quindi non partire a razzo ma abituati pian piano al mezzo. Un ribaltamento in piena vacanza non è affatto divertente!

COMMENTA L'ARTICOLO