• Capoluogo: Ano Symi
  • Abitanti: 2500
  • Superficie: 58 km²
  • Porto: Kato Symi
  • Aeroporto: no
  • Trasporti pubblici:
  • Noleggio auto e moto:
  • Campeggi: no

Symi (dal greco Σύμη) è un'isola del Dodecanneso situata a nord-ovest di Rodi e molto vicina alle coste turche. La si raggiunge solo via mare, ad esempio dal porto greco del Pireo (230 miglia marine), da Rodi (21 miglia marine), da Tilos (30 miglia marine) o da Kos.

Ha una superficie di 58 km² e una popolazione di 2500 abitanti circa.

L'isola, racchiusa tra due penisole turche, è arida, rocciosa ed ha coste frastagliate con diverse piccole isolette a contorno. La pochissima vegetazione è costituita in prevalenza da pini, gelsi, alberi da frutta e si estende soprattutto nel centro-sud dell'isola. Il clima è particolarmente caldo per cui la si può visitare anche in primavera ed autunno. Purtroppo sull'isola scarseggia l'acqua che deve essere portata con navi cisterna.

Gli abitanti si dedicano soprattutto alla pesca ed al turismo mentre hanno ormai quasi abbandonato la raccolta delle spugne. Nel passato erano famosi anche per la costruzione di veloci navi a vela oltre ad essere molto attivi nel commercio via mare.

Fino all'inizio del 20° secolo Symi era il capoluogo del Dodecanneso e contava circa 30.000 abitanti. Gli isolani hanno sempre avuto fama di essere un popolo coraggioso, infatti furono i primi a ribellarsi al dominio turco.

L'artigianato locale riguarda in particolare la creazione di modellini di navi.

Il capoluogo dell'isola è Ano Symi (Chorio) poco sopra il porto principale che è Kato Symi (Gialos). Symi viene visitata in gran parte dai turisti in gita giornaliera da Rodi per vedere l'architettura particolare dei villaggi ma non manca certo il turista ricco infatti il porto accoglie spesso yacht di lusso.

Un'unica strada asfaltata ma un po' tortuosa collega i principali luoghi dell'isola. Esiste un servizio di minibus oltre a taxi e noleggiatori di auto o scooter. Per raggiungere le spiagge più remote è meglio utilizzare i taxi-boat che avventurarsi lungo sentieri e sterrati (per altro molto amati da chi pratica il motocross).