• Capoluogo: Kythira (Chora)
  • Abitanti: 3600
  • Superficie: 278 km²
  • Porto: Diakofti
  • Aeroporto:
  • Trasporti pubblici:
  • Noleggio auto e moto:
  • Campeggi:

Citera o Cerigo o Kythera o Kythira (dal greco Κύθηρα) è l'isola più meridionale delle Ioniche, situata a sud del Peloponneso. La si raggiunge sia via mare che in aereo (aeroporto nazionale di Citera). Dal Peloponneso dista solo 10 miglia marine mentre dal Pireo 105.

Ha una superficie di 278 km² e una popolazione di 3600 abitanti circa.

L'isola è aspra e ricoperta da montagne abbastanza basse, infatti il suo monte più alto è l'Hermyggaris di poco più di 500 metri. Il suo aspetto è più simile alle Cicladi che alle verdi Ioniche. Dall'interno verso il mare si sviluppano numerose gole selvagge e lungo le coste si possono vedere molte grotte a pelo d'acqua.

Gli abitanti dell'isola si occupano principalmente di allevamento e coltivazioni, in particolare ulivi, cereali e vegetali. Inoltre a Citera viene prodotto dell'ottimo miele e cera d'api.

Il capoluogo dell'isola è la città di Kythira (o Chora), costruita su di un'altura per sfuggire ai pirati.

Il mare dell'isola è bello, in particolare i suoi fondali. Citera ha il fascino di aver dato i natali, secondo la mitologia, ad Afrodite (la Venere dei greci, dea dell'amore).

E' un'isola tranquilla e poco popolata (molti dei suoi abitanti sono emigrati in Australia). In alta stagione però anche le sue spiagge si affollano di bagnanti.

La rete stradale dell'isola è un po' carente e diverse strade non sono ancora state asfaltate. I mezzi di trasporto pubblici raggiungono i principali luoghi dell’isola. E' inoltre possibile spostarsi con i taxi o affittare auto e scooter.