• Capoluogo: Astypalea (Chora)
  • Abitanti: 1300
  • Superficie: 97 km²
  • Porto: Astypalea
  • Aeroporto:
  • Trasporti pubblici:
  • Noleggio auto e moto:
  • Campeggi:

Astypalea (dal greco Αστυπάλαια) è la più occidentale delle isole del Dodecanneso dalla strana forma di farfalla. La si raggiunge sia via mare, dal porto greco del Pireo (175 miglia marine), che in aereo (aeroporto nazionale “Astypalea Island”).

Ha una superficie di 97 km² e una popolazione di 1300 abitanti circa.

L'isola ha coste frastagliatissime ed è essenzialmente montuosa anche se il rilievo più alto è solo di 482 metri (Monte Vardia). Le due ali della farfalla che compone l'isola sono una rocciosa e brulla, l'altra collinare e dolce. Al centro, dove l'isola si restringe notevolmente (fino a 105 metri), il terreno è pianeggiante. Astypalea, pur essendo montagnosa, è fertile e coltivata a frutteti ed in primavera si ricopre di fiori. Una caratteristica ambientale dell'isola è che non esistono serpenti; anche se introdotti non sopravvivono a lungo. Le risorse dell'isola sono essenzialmente l'allevamento, l'agricoltura (frutta e verdura), la pesca ed ora anche il turismo.

Tra i prodotti tipici ti evidenzio l'ottimo miele di timo.

Il capoluogo dell'isola è Astypalea (o Chora) dove c'è il porto principale.

L'isola non è sulle rotte principali del turismo per cui vi si possono ancora trovare le tradizioni greche in altri posti ormai perdute. Il mare di Astypalea è molto bello e pescoso.

La rete stradale è scarsa; consiste essenzialmente in una strada costiera che collega i principali paesi e che si spinge a nord fino a Vathi. Gli autobus pubblici collegano i paesi dell'isola. E' inoltre possibile spostarsi con i taxi o affittare auto e scooter.