Cosa vedere

Il fascino di Patmos deriva dalla sua bella Chora, dalle sue coste frastagliate, dal suo mare trasparente e dall'atmosfera religiosa che la caratterizza. Pare che sull'isola ci siano 365 cappelle, una per ogni giorno dell'anno. Non essendo molto grande, Patmos è adatta anche per fare piacevoli camminate verso le spiagge o i luoghi panoramicissimi dell'interno. Di seguito ti elenco alcune cose che vale la pena vedere o fare sull'isola.

Skala
Pittoresco paese di case bianche, finestre colorate, fiori e vicoli stretti. La sera l'atmosfera si anima, soprattutto al porto che è meta di molte imbarcazioni, comprese le navi da crociera. Nel XVI secolo era uno dei porti principali del Mar Mediterraneo, ora è la zona per lo shopping dei turisti e per il divertimento pur mantenendo comunque quella tipica atmosfera da isola greca.

Chora
Bellissimo paese bianco con tante ville e palazzi signorili che si alternano in un labirinto alle normali abitazioni e alle chiese bizantine, il tutto dominato dal monastero di Agios Ioannis Theologos. Il paese, il monastero e la grotta dell'Apocalisse sono stati dichiarati dall'UNESCO patrimonio dell'umanità. Qui a Chora le funzioni religiose avvengono ancora esattamente come agli inizi del Cristianesimo ed il luogo è meta di molti pellegrinaggi. La via che i pellegrini percorrono per raggiungere la Chora dal porto è uno dei pochi luoghi dell'isola alberato. Nella Chora è presente anche un Museo Folcloristico. Data la sua posizione panoramica i tramonti sono da non perdere.

Monastero di Agios Ioannis Theologos
Monastero grandissimo, bellissimo, fortificato, medievale e molto panoramico (dai tetti nelle giornate limpide si vede la Turchia). Al suo interno è tutto un susseguirsi di scale, cortili bianchi, archi e piccole piazze. E' uno dei luoghi più sacri di tutto il mondo cristiano. Contiene un ricco tesoro che non è stato mai saccheggiato, un bel refettorio ed una famosa e ricchissima biblioteca con parte di un Vangelo di San Marco del VI secolo scritto a caratteri d'oro e d'argento su pergamena porpora.

Casa Simantiri
Interessante casa-museo visitabile del 1625. Era la dimora di un ricco mercante e conserva tuttora mobili ed oggetti originali.

Grotta dell'Apocalisse
Situata a metà strada tra il porto e la Chora è la “grotta Santa” dove San Giovanni Evangelista, stando alla tradizione, dettò ad un suo discepolo l'Apocalisse secondo le rivelazioni che Dio stesso gli fece parlandogli da alcune crepe presenti nella roccia. All'interno della grotta sono evidenziati i punti in cui, sempre secondo la tradizione, San Giovanni si inginocchiava, meditava o dormiva. Attorno alla grotta nel XVII secolo è stato costruito un monastero.

Scoglio di Cinopo
Situato all'estremità sud dell'isola, questo scoglio, secondo la leggenda rappresenta uno stregone locale che fu tramutato in pietra da San Giovanni come punizione perché era solito tentare di impedirgli di battezzare.

Monastero dell'Annunciazione
Monastero femminile situato dietro la Chora in una zona fertile dell'isola, ricca di vigneti e frutteti che si affacciano sul mare.

Eremo Profitis Elias
Situato in cima all'isola lo si raggiunge con una bella camminata in salita o più facilmente con la ripida e stretta strada asfaltata. Il luogo è molto panoramico verso la parte meridionale dell'isola. Bellissimo il tramonto.

Grikos
Paese di pescatori situato in una pittoresca e bella baia. Nei pressi si trova il "Κalikatsou", una grande roccia abitata nel passato dagli eremiti ed in cui si vedono ancora le opere di scavo effettuate direttamente nella pietra (scale, cisterna, scoli per l'acqua, ...).

Gite in barca
Piacevoli gite in barca giornaliere verso le isole vicine, in particolare Marathi, Arki e Lipsi.

Passeggiate
L'isola si presta alle passeggiate, a volte su sentieri impervi (numerati), tra cespugli della macchia mediterranea e lecci. I luoghi sono spesso molto panoramici e suggestivi.

Giovedì Santo: cerimonia del Niptiras
In occasione del giovedì santo di Pasqua, nella piazza della Chora viene rappresentata l'ultima cena ed il lavaggio dei piedi con un rituale molto particolare.

Ferragosto
Ogni anno il 15 di agosto nella Chora viene organizzata una festa in onore della Madonna con funzioni religiose, balli e cibo tipico dell'isola.