• Capoluogo: Skiathos
  • Abitanti: 6000
  • Superficie: 50 km²
  • Porto: Skiathos
  • Aeroporto:
  • Trasporti pubblici:
  • Noleggio auto e moto:
  • Campeggi:

Skiathos (dal greco Σκιάθος) fa parte, insieme a Skopelos, Alonissos e Skyros, delle Sporadi e, pur essendo molto vicina alla penisola del Pelion, si può raggiungere via mare da Volos (41 miglia marine) oppure da Agios Konstantinos (44 miglia marine).

Ha una superficie di 50 km² e circa 6000 abitanti che però in estate aumentano moltissimo grazie al turismo.

L'isola è molto verde (il suo nome infatti deriva da “ombra”), formata da basse montagne ricoperte di pini e da molte baie sabbiose.

Skiathos è stata tra le prime isole greche ad essere scoperta dal turismo ed è ancora oggi una tra le più rinomate e frequentate. Dispone dell'aeroporto e di tre porti e con i suoi numerosi alberghi, anche di lusso, è diventata uno dei luoghi più cosmopoliti della Grecia. Per fortuna il suo capoluogo, La Chora (o Skiathos), ha mantenuto il suo fascino dettato dagli stetti vicoli tra le case bianche ricche di fiori ed anche le spiagge sono tuttora bellissime.

Il tratto di costa sud che va dalla Chora a Koukonaries è molto bello ma affollato e caratterizzato da un'animata vita notturna mentre la costa nord è più selvaggia e meno frequentata. L'isola è nota ai greci anche per aver dato i natali al famoso novellista Papadiamantis, la cui casa è visibile nella Chora.

L'isola è famosa per i suoi divertimenti e la bellezza del suo mare e delle sue numerosissime spiagge ma offre ai turisti anche diversi richiami culturali.

Tutta la costa sud è molto ben servita da una linea di autobus ma sono presenti anche noleggiatori di auto o scooter. Anche l'aeroporto ed il monastero Evanghelistria sono raggiungibili in autobus.

Nella parte alta della Chora c'è un ospedale ben attrezzato.