Cosa vedere a Creta?

Visitare l'isola di Creta ti può riservare molte sorprese. Le cose da vedere sono tante non solo perché l'isola è grande ma perché è molto varia ed è stata la culla di una grande civiltà. Negli ultimi anni il turismo è aumentato tantissimo e le spiagge tra Iraklio e Aghios Nikolaos vengono letteralmente prese d'assalto. Creta però offre molto di più del suo mare e di seguito ti elenco almeno le principali attrattive.

Iraklio
Capoluogo dell'isola formata da case addossate l'una all'altra in cui è visibile la dominazione turca. Alcuni begli angoli sono Piazza della Fontana, Piazza della Libertà ed il quartiere del mercato turco. La città è cinta da poderose mura ed ha un castello a mare veneziano.

Museo archeologico di Iraklio
Bellissimo museo di arte minoico-cretese, il più bello al mondo nel suo genere. Si possono ammirare moltissimi oggetti di questa civiltà venuti alla luce durante vari scavi nell'isola: vasi, recipienti a forma di testa d'animale, gioielli in oro e pietre preziose, affreschi bellissimi.

Cnosso
Si trova appena fuori Iraklio ed è il maggior centro archeologico dell'isola. Cnosso era la capitale della civiltà minoica e le sue rovine sono tra le più belle del Mediterraneo. Tra di esse c'è il famoso e gigantesco Labirinto o Palazzo di Minosse con un migliaio di stanze disposte attorno ad un cortile. L'architettura del palazzo si caratterizza per un insieme di ambienti variegati e collegati tra loro in modo caotico: stanze, corridoi, scale, nicchie, sotterranei, logge, cripte ed angoli oscuri oppure lucernari.
Secondo la leggenda nel Labirinto, costruito da Dedalo, fu rinchiuso il Minotauro, un mostro metà uomo e metà toro, ucciso in seguito da Teseo con l'aiuto di Arianna che gli fornì un filo per ritrovare la strada del ritorno all'interno del palazzo. Poiché il segreto del Labirinto era stato violato, Minosse per punizione vi rinchiuse Dedalo stesso con suo figlio Icaro. I due però riuscirono a fuggire in volo costruendosi delle ali di piume e cera. Icaro, però, durante il volo si avvicinò troppo al sole facendo sciogliere la cera delle sue ali e cadde nel mare che da allora si chiamò dapprima Icario e poi Egeo.

Gortyna
Importante centro archeologico della città rivale di Cnosso, situato nel centro-sud dell'isola.

Festo
Situato nella pianura di Messara (centro-sud) è un sito archeologico collocato in un ambiente paesaggistico notevole. Il palazzo di Festo dominava la fertile pianura ed era secondo solo a quello di Minosse.

Malia
Centro archeologico minoico situato sulla costa ad est di Iraklio. Comprendeva un palazzo identico a quello di Minosse ma dopo la sua distruzione non fu più ricostruito.

Lassithi
Spettacolare altopiano dove girano migliaia di mulini ad acqua nella zona dove si trova l'enorme grotta di Dikteo in cui secondo la mitologia fu allevato Zeus.

Elounda
Località balneare con una baia che sott'acqua contiene le rovine dell'antica città di Olous. Sul fondo del mare se ne intravedono i resti. Elounda ha una fortezza veneziana tra le più grandi dell'isola. Di fronte ad essa c'è l'isola di Spinalonga un tempo collegata a Creta da un istmo poi crollato.

Aghios Nikolaos
Forse il più famoso centro turistico di Creta, pittoresco ed ottimo punto di partenza per le escursioni nell'isola. Oltre al porto turistico e commerciale ha anche un bellissimo porticciolo interno.

Sitia
Porto pittoresco dominato da una bella fortezza veneziana e con un interessante museo archeologico.

Zakros
Situata nell'estrema parte orientale dell'isola era un attivo centro commerciale della civiltà minoica che durante l'eruzione vulcanica di Santorini fu distrutto rapidamente. In quell'occasione gli abitanti non ebbero il tempo, scappando, di portare con sé i loro beni ed oggetti preziosi che rimasero quindi sepolti e che ora tornano alla luce durante gli scavi.

Palmeto di Vai
Famosissima e bellissima spiaggia con un mare coloratissimo e ben 5000 palme che le fanno da cornice.

Hania
Affascinante e pittoresca città con un bel porto ed un piccolo centro storico in stile un po' veneziano ed un po' turco dove si può passeggiare tra le botteghe degli artigiani e le bancarelle del mercato coperto a forma di croce. Interessante il Museo della Marina e la chiesa di Aghios Nikolaos che ha contemporaneamente un campanile ed un minareto. In zona è possibile andare a visitare il monastero di Aghia Triada ed il complesso di Moni Gouverneto, il monastero fortificato di Moni Gonias o quello di Moni Chrisoskatilisas, a picco sul mare verso la famosa spiaggia di Elafonissi.

Gole di Nimbros e Samaria
Spettacolari gole larghe in alcuni punti solo tre metri nell'entroterra di Hania.

Frangokastelo
Porticciolo a sud-ovest dell'isola con una grande e suggestiva fortezza veneziana molto ben conservata.

Rethimno
Bella cittadina di case bianche e viuzze tortuose sul mare con una fortezza veneziana, perfetta per guardare il tramonto. Bello anche il Museo Storico e Folkloristico. Nei dintorni in direzione Frangokastelo si possono vedere le impressionanti gole di Kortaliotiko oppure il monastero fortificato più famoso di Creta chiamato Moni Arkadi, che fu uno dei principali centri di resistenza dei greci contro i turchi.

Axos e Anogia
Situati a sud-est di Rethimno, sono due paesi rinomati per i loro laboratori di tessitura e ricamo.

Isole minori
Intorno a Creta ci sono diverse isolette interessanti che valgono una gita in barca giornaliera, ad esempio Spinalonga (con la sua bella fortezza veneziana), Gramvousa (con le sue bellissime spiagge sabbiose), Chrissi (con il suo bellissimo mare e le sue splendide spiagge sabbiose), Dia (con la sua flora e fauna protette) e Koufonissi (con le sue numerosissime e bellissime spiagge con mare azzurro).

Feste popolari
Diverse le feste popolari degli isolani, dal carnevale alle sagre paesane. In particolare ti segnalo a luglio ad Iraklio ed a Rethimno la “Festa del Vino”.