Come arrivare

L'isola di Karpathos è collegata alla terraferma greca da linee di navigazione effettuate con traghetti che partono dal porto del Pireo. Dall'Italia non esistono linee dirette, è necessario fare, ad esempio, scalo a Patrasso e poi spostarsi via terra al Pireo. Il porto d'arrivo sull'isola è quello di Pigadia (circa 16-21 ore di navigazione) ma molti traghetti fermano anche a Diafani.

Karpathos si può raggiungere anche con traghetti o aliscafi dalle altre isole del Dodecanneso, in particolare da Rodi (5 ore) e Kassos (2 ore) oltre che da Creta (8 ore e mezza) e dalle Cicladi.

Quasi tutti i traghetti fanno scalo nelle maggiori isole che incontrano lungo la rotta.

Le principali compagnie marittime che forniscono i collegamenti sono la Anek Lines e la Blue Star Ferries. Per la prenotazione e l'acquisto on-line dei biglietti fare riferimento ad esempio al sito directferries.it.

Karpathos possiede l'aeroporto di “Amoopi” per voli interni da Atene (1 ora e 20 minuti), Kassos (15 minuti) e Rodi (40 minuti) con la Olympic Air o la Aegean Airlines. In estate esistono collegamenti anche con città europee tramite voli charter. Per la prenotazione e l'acquisto on-line di biglietti visita il sito skyscanner.it.

I collegamenti per l'isola, sia via mare che aerei, sono più frequenti nel periodo estivo; ti raccomando quindi di controllare sempre la presenza dei voli/tratte marine nelle altre stagioni.