Home > Blog > Quale isola scegliere > Isole greche fai da te per viaggiatori zaino in spalla

Isole greche fai da te per viaggiatori zaino in spalla

Ami la Grecia ma soprattutto le “isole greche fai da te”? Le vacanze ti piace siano all’insegna dell’improvvisazione, a seconda dell’umore del momento, magari condizionate dagli incontri fatti lungo la strada? Non ami avere tutto già organizzato, tutto già previsto e niente lasciato al caso? Ti piacciono le sorprese, stupirti per qualcosa che non avevi previsto? Ami portarti dietro solo lo stretto necessario? Allora sei sicuramente un viaggiatore da “isole greche zaino in spalla”!
Le isole greche sono, infatti, perfette per i viaggiatori fai da te perché trovare alloggio negli studios è, in genere, facile ed economico. E la scelta può essere fatta anche direttamente all’arrivo sull’isola, dove si è accolti al porto dai vari gestori di case in affitto.

Altrimenti ci sono sempre i campeggi, anche se non su tutte le isole (ed il campeggio libero non sempre è tollerato).

Per gli spostamenti sulle isole si possono sovente utilizzare i mezzi pubblici o comunque esistono spesso i noleggiatori di auto, scooter, quad o biciclette come indicato nell’articolo “noleggio auto scooter e quad nelle isole greche“. Anche i taxi a volte sono una scelta da prendere in considerazione oltre alle proprie gambe.

Per la ristorazione, se non ci si vuole cucinare qualcosa in campeggio o nell’angolo cottura quasi sempre presente nel proprio studio, non è certo un problema. Sia in spiaggia che nei paesi ci sono sempre molte locande o bar che preparano dalla tipica insalata greca ai piatti di pesce o carne tipici del posto. I prezzi in genere sono più bassi che in Italia.

Molti turisti, soprattutto giovani, amano quello che viene definito ”island hopping”, cioè visitare più isole in una sola vacanza. Gli spostamenti avvengono con i vari mezzi di navigazione. Questo tipo di vacanza richiede poco bagaglio e grande spirito di adattamento, ma l’avventura è garantita! Se poi sei uno spirito libero, magari un po’ hippy, guarda il nostro articolo “isole greche hippie per globe-trotter e spiriti liberi”.

Quali isole scegliere dunque? A dire la verità tutte le isole raggiungibili via mare possono fare all’occasione. Se non si hanno tanti giorni a disposizione si può optare per un gruppo di isole dello stesso arcipelago, perché meglio collegate tra loro. Ad esempio, raggiunta e visitata Naxos dal Pireo, ci si può spostare su tutte le bellissime Piccole Cicladi (Iraklia, Schinoussa, Koufonissi, Keros e Donoussa). Si può atterrare a Kos e poi iniziare a visitare Pserimos per proseguire con Kalymnos, Leros, Lipsi, Arkoi fino a Patmos. O magari vedere le Sporadi una dopo l’altra: Skiathos, Skopelos, Alonissos e per finire la più lontana Skiros. Idem per le isole Ioniche da Corfù fino a Zante passando ad esempio per Lefkada, Itaca e Cefalonia. Per non parlare delle Cicladi che sono tutte ben collegate tra loro e per le quali non c’è che l’imbarazzo della scelta. Alcune, come le isole del Nord Egeo e Creta, sono un po’ isolate ma comunque sempre raggiungibili con una manciata di ore di traghetto (magari di notte) dall’isola più vicina.

COMMENTA L'ARTICOLO